Le storie di Arturo Bandini: Aspetta primavera, Bandini-La strada per Los Angeles-Chiedi alla polvere-Sogni di Bunker Hill eBook

Scarica l'e-book Le storie di Arturo Bandini: Aspetta primavera, Bandini-La strada per Los Angeles-Chiedi alla polvere-Sogni di Bunker Hill in formato pdf. L'autore del libro è John Fante. Buona lettura su lascalashepard.it!

Lascalashepard.it Le storie di Arturo Bandini: Aspetta primavera, Bandini-La strada per Los Angeles-Chiedi alla polvere-Sogni di Bunker Hill Image

Immigrato, attaccabrighe, ribelle, megalomane, sprezzante e perennemente in lite con tutti. È Arturo Gabriel Bandini, alter ego di John Fante, il protagonista di queste storie. Bandini è l'antieroe per eccellenza che cattura il lettore fin dalle prime pagine di "Aspetta primavera, Bandini" dove, in un inverno desolante, facciamo la conoscenza di questo quattordicenne italo-americano ancora ignaro delle proprie potenzialità e impegnato ad adorare il padre Svevo. Negli altri tre atti della saga raccolti in questo volume, cioè "La strada per Los Angeles\

INFORMAZIONE
DIMENSIONE
6,52 MB
NOME DEL FILE
Le storie di Arturo Bandini: Aspetta primavera, Bandini-La strada per Los Angeles-Chiedi alla polvere-Sogni di Bunker Hill.pdf
ISBN
9788806228064
AUTORE
John Fante
DATA
2015
SCARICARE
LEGGI

Le storie di Arturo Bandini: Aspetta primavera, Bandini-La ...

La strada per Los Angeles (scritto nel 1933, con stesura definitiva del 1936, ma pubblicato solamente nel 1985) è il primo romanzo di John Fante, nonché il primo capitolo della saga autobiografica dell'aspirante scrittore Arturo Bandini, completata da Aspetta primavera, Bandini Chiedi alla polvere e Sogni di Bunker Hill

John Fante: Libri dell'autore in vendita online

John Fante è nato in Colorado all'inizio del Novecento, figlio di un abruzzese emigrato in America nel 1901. Dopo un'infanzia turbolenta, si diploma e inizia a fare lavoretti precari, tra cui il tuttofare per uno studio professionale, lo sguattero in bar e ristoranti e l'operaio in una fabbrica di pesce in scatola.