Le cose che non ho detto eBook

Leggi il libro Le cose che non ho detto PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su lascalashepard.it e trova altri libri di Azar Nafisi!

Lascalashepard.it Le cose che non ho detto Image

Innamorarsi a Teheran, guardare i Fratelli Marx a Teheran, leggere Lolita a Teheran... Così iniziava una lista di cose segrete che Azar Nafisi aveva stilato nel suo diario e che si rimproverava di aver taciuto a tutti. Molte delle altre, a tanti anni di distanza, ha deciso di raccontarle in questo libro. Che è un ritratto del padre, sindaco di Teheran all'epoca dello scià, e della madre, fra le prime donne entrate al Parlamento iraniano. È la storia dei tradimenti di lui, del mondo fantastico in cui lei a poco a poco trasforma la realtà insopportabile che la circonda, e della forzata, dolorosa connivenza dell'autrice con il padre. Ma anche e soprattutto la rivelazione di come a volte le dittature sembrino riprodurre i silenzi, i ricatti, le doppie verità su cui si regge il primo, e più perfetto, sistema totalitario: la famiglia. Chi conosce Nafisi sa già cosa troverà, qui, in ogni pagina: l'emozione di leggere sempre qualcosa di autentico e temerario. Qualcosa che arriva dalle strade e dai giardini di Teheran come dalle pagine di Firdusi o dei grandi cantastorie persiani. E ci riguarda molto da vicino.

INFORMAZIONE
DIMENSIONE
3,84 MB
NOME DEL FILE
Le cose che non ho detto.pdf
ISBN
9788845924347
AUTORE
Azar Nafisi
DATA
2009
SCARICARE
LEGGI

Libro Le cose che non ho detto - A. Nafisi - Adelphi - Gli ...

Le cose che non ho sono come te. Ti assomigliano un po', sono bellissime. Mentre guido piano verso casa in compagnia di una radio accesa. C'è una canzone che riempie l'aria della sera. Le cose che non ho, radici e nuvole. E lì in mezzo ci sei tu, da qualche parte. A volte un nome sulle labbra pesa. Anche se più leggero di una piuma

Per tutte le cose che non ho fatto, per tutte le cose che ...

Le cose che non ho sono come te. Ti assomigliano un po', sono bellissime. Mentre guido piano verso casa in compagnia di una radio accesa. C'è una canzone che riempie l'aria della sera. Le cose che non ho, radici e nuvole. E lì in mezzo ci sei tu, da qualche parte. A volte un nome sulle labbra pesa. Anche se più leggero di una piuma