Altri sguardi. Modi diversi di narrare la diversità eBook

Leggi il libro Altri sguardi. Modi diversi di narrare la diversità PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su lascalashepard.it e trova altri libri di Richiesta inoltrata al Negozio!

Lascalashepard.it Altri sguardi. Modi diversi di narrare la diversità Image

Gli sguardi altri, s/oggetto dei saggi che compongono il presente volume, non sono altro che una pratica narrativa esercitata dagli autori per affinare lo sguardo sottile di cui parlava Sergio Neri. Uno sguardo capace di provare/provocare meraviglia nel nostro quotidiano farci incontro all'altro che si avvicina (o che cerchiamo di avvicinare), uno sguardo che ha appreso a guardare oltre l'apparenza, per contemplare l'altro in tutta la sua irripetibile bellezza. La figura dell'altro, come insegna Andrea Canevaro, può però spaventare se non ha uno sfondo integratore che la renda familiare. Ebbene, lo sfondo qui adottato è quello delle narrazioni che si snodano per mezzo di numerosi mediatori/amplificatori culturali (la letteratura, il cinema, il teatro, la musica, le narrazioni autobiografiche, la danzamovimento, la fotografia, l'architettura, ecc...).

INFORMAZIONE
DIMENSIONE
10,33 MB
NOME DEL FILE
Altri sguardi. Modi diversi di narrare la diversità.pdf
ISBN
9788867601134
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
DATA
2013
SCARICARE
LEGGI

vendo fotocopie in ottimo stato - ForumFree

La diversità può essere declinata in vari modi: razza, cultura, genere, caratteristiche fisiche, come nel caso di Risolina, la protagonista di questo libro. "Ma perché le cose belle contengono sempre qualcosa che le rende anche un po' brutte?", ci si chiede all'inizio della storia.

Il tesoro di Risolina: una storia sul valore della diversità

Altri sguardi, modi diversi di narrare le diversità. Capitolo1, più che una introduzione...una sorta di ritorno a casa( Bocci). Lo sguardo che poniamo sulla persona alla quale ci accostiamo può generare relazione o negoziazione che si attua mediante la riduzione dell'altro al proprio sguardo.