Via Gorkij 8 interno 106 eBook

Leggi il libro Via Gorkij 8 interno 106 PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su lascalashepard.it e trova altri libri di Marcello Venturi!

Lascalashepard.it Via Gorkij 8 interno 106 Image

In via Gorkij 8 interno 106, a Mosca, ha abitato Julia Dobrovolskaja, italianista e traduttrice, prima di espatriare e di stabilirsi in Italia. La sua è la storia di un disincanto, quello che, da appassionata sostenitrice del socialismo sovietico, la trasforma in una sua critica implacabile. Un disincanto che non sfugge al terribile apparato di repressione del regime, che le apre le porte del campo di internamento di Chovrino e poi la condanna a una perenne sorveglianza, esercitata su di lei così come sui suoi interlocutori. Marcello Venturi, che conosce Dobrovolskaja in occasione di un viaggio nella capitale russa, dove si è recato per riscuotere i diritti delle traduzioni dei propri libri, ne racconta la vita: la partecipazione alla guerra in Spagna, la prigionia, la dura lotta per la sopravvivenza. Alla sua vicenda fa eco quella dello stesso Venturi: cresciuto sotto il fascismo, partecipa alla Resistenza e aderisce poi al Partito Comunista, da cui si allontana dopo i fatti di Ungheria, disgustato dalla doppiezza e dal cinismo di molte delle sue posizioni politiche. Fra Julia e lui si instaura una sintonia profonda che si esprime nel comune rifiuto dei compromessi e nella scelta di esprimere la critica e il dissenso anche a costo dell'isolamento e della solitudine.

INFORMAZIONE
DIMENSIONE
3,95 MB
NOME DEL FILE
Via Gorkij 8 interno 106.pdf
ISBN
9788867085743
AUTORE
Marcello Venturi
DATA
2016
SCARICARE
LEGGI

Via Gorkij 8 interno 106 - Venturi, Marcello - Ebook - PDF ...

Consultare utili recensioni cliente e valutazioni per Via Gorkij 8, interno 106 su amazon.it. Consultare recensioni obiettive e imparziali sui prodotti, fornite dagli utenti.

Via Gorkij 8 interno 106 by Marcello Venturi · OverDrive ...

In via Gorkij 8 interno 106, a Mosca, ha abitato Julia Dobrovolskaja, italianista e traduttrice, prima di espatriare e di stabilirsi in Italia. La sua è la storia di un disincanto, quello che, da appassionata sostenitrice del socialismo sovietico, la trasforma in una sua critica implacabile.